suzuki vitara shoot foto

Ho ralizzato questo servizio fotografico e test su strada con la nuova Suzuki Vitara in vesione V-top con questo meraviglioso color turchese che ha permesso di realizzare degli scatti veramente stupendi!

I realized this photo shoot and road tests with the new Suzuki Vitara in vesione V-top with this beautiful turquoise which has allowed the creation of the shots really awesome!

 

La Suzuki Vitara è una delle vetture più conosciute della casa nipponica e, spesso, quando si rinnova un mito, lo si deve fare con attenzione, ma Suzuki lo ha fatto con uno stile inedito, moderno e adatto anche alla città, con l’intento di innovare la “piccola arrampicatrice” mantenendo il feeling con la generazione precedente.
La Vitara è uno dei modelli più rappresentativi della Suzuki, finora venduto in quasi tre milioni di esemplari in tutto il mondo,tuttavia, a parte qualche richiamo estetico come la forma squadrata delle luci, le linee decise, questa vettura non è soltanto tutta nuova, ma si posiziona anche in una categoria un po' differente.
Se fino a oggi la Suzuki Vitara è stata una fuoristrada di quelle “toste”  il nuovo modello è invece disponibile anche con due sole ruote motrici anteriori, è maggiormente focalizzato per l'uso su asfalto ed è molto più compatto.
Insomma, è una vera e propria suv compatta, comunque adatta ad affrontare sentieri accidentati senza problemi.

INTERNI

La posizione di guida della nuova Vitara, pur ampiamente personalizzabile, è più rialzata della media garantendo comodità e una visibilità di buon livello, soprattutto in marcia.
Alla prima occhiata, gli interni della Vitara hanno un aspetto minimale e sobrio con i comandi al volante a portata di mano, compresi il cruise control adattivo, il comando per le chiamate e il selettore per scegliere cosa visualizzare sul cruscotto alle spalle del volante.
Nella parte centrale spicca il grande schermo da 7″ pollici con navigatore e comandi touch molto semplici, che difficilmente distraggono dalla guida grazie alla risposta veloce.

I tre elementi circolari posti al di sopra ospitano le bocchette di ventilazione e l’orologio mentre il climatizzatore automatico bizona è posto al di sotto dello schermo.
Sul tunnel centrale sono stati inseriti i pulsanti per i sedili riscaldati ed il selettore che permette di scegliere  le modalità di guida (AUTO, SPORT,SNOW) e la possibilità di bloccare il differenziale.

I pulsanti ai lati del volante, molto solidi, offrono la possibilità di attivare la discesa con mantenimento di velocità, la distanza minima di sicurezza del cruise e l’ESP.
I sedili in pelle e tessuto sono comodi e ben fatti e sia all’anteriore che al posteriore il confort è elevato e danno un’alta sensazione di robustezza.
Al posteriore trovano il giusto spazio per le gambe e per la testa passeggeri alti.
Il bagagliaio è molto capiente (375 litri) e grazie alla mensola removibile, è possibile creare un vano piatto e uniforme anche con il divanetto posteriore abbattuto, o più semplicemente suddividere la spesa.

Dettagli e plastiche di questa Vitara sono essenziali, ma andando oltre vi accorgerete che nella semplicità di questi interni è nascosta tanta solidità, quella solidità che toglie tutti i vari fronzoli e che è utile nella vita di tutti i giorni.
I materiali infatti possono affrontare qualsiasi tipologia di carico e qualsiasi sport o hobby senza subire graffi, ma soprattutto, quando si viaggia non sentirete il minimo rumore.


ALLA GUIDA

All’accensione keyless, la Vitara si avvia senza eccessive vibrazioni ed il suono del motore è ben filtrato dall’abitacolo.
La Vitara è stupisce e convince anche per il suo assetto e per la sua agilità, pronta ai comandi del volante e dell'acceleratore e concede un'immediata confidenza al guidatore grazie anche alle dimensioni contenute, al brio del “1600” a gasolio e al cambio a sei marce dagli innesti precisi, questa suv invoglia a una guida dinamica
Nel caso in cui si affrontino curve al limite infatti, la vettura ha un comportamento sempre sicuro e prevedibile grazie anche alla trazione integrale con un assetto che permette di affrontare cambi di direzione anche in modo brillante, senza manifestare rollio e allo stesso tempo senza essere rigida.


Anche nello sconnesso, le sospensioni assorbono benissimo anche le buche più difficili ed i dossi cittadini, senza alcun problema e senza manifestare il minimo beccheggio.
Nelle fasi di parcheggio, la Vitara è “leggera” e agile aiutata dai sensori di parcheggio con telecamera che facilitano qualsiasi manovra.
Il 1.6 diesel DDiS da 120 CV e 320 Nm di coppia è un piacere da guidare, grazie alla sua grande ripresa ma soprattutto all’erogazione lineare, che permette di viaggiare e accelerare in totale disinvoltura.
Anche in quarta marcia e in salita il 1.6 riesce a spingere grazie alla coppia abbondante, senza incertezze o vuoti di potenza.
Suzuki dichiara un consumo medio di 4,2 l/100 km, ovvero 23 km/l, dato molto vicino alla realtà, infatti in autostrada con una guida normale la SUV giapponese riesce tranquillamente a fare 20 km/l, che scendono a 15-16 km/l in città o in percorsi di montagna.
Sempre in autostrada, il confort è buono, dove la sesta marcia molto lunga tiene il motore giù di giri (2100, a 130 orari) limitandone la rumorosità con doti di ripresa che restano buone.
la trazione integrale AllGrip gestita elettronicamente, consente di scegliere fra quattro diverse modalità di guida (Auto, Sport, Snow e Lock) tramite la rotella e i tasti sul tunnel centrale.
In Auto, la Suzuki Vitara viaggia con la sola trazione anteriore, per limitare i consumi, ma diventa 4x4 se una delle ruote anteriori inizia a slittare in accelerazione; in Sport, la trazione è integrale con una suddivisione tra avantreno e retrotreno continuamente
variabile con la risposta dell'acceleratore si fa più decisa.
In modalità Snow (“neve”), la trazione è sempre integrale, ma con una taratura specifica per i fondi più viscidi. Infine, in Lock si viaggia (al massimo fino a 60 km/h) con trazione 4x4 e ripartizione “bloccata” al 50% davanti e altrettanto dietro, la soluzione migliore per riuscire a cavarsela quando ci si trova nel fango o nella neve alta.

Si ringrazia la concessinaria Suzuki Liberni di Brescia per aver messo a disposizione la vettura.

 

English version


Suzuki Vitara is one of the most famous cars of Japanese manufacturer and, often, when you renew a myth, it must be done carefully, but Suzuki did so with a new style, modern and suitable to the city, with the intention to innovate the "small climber" maintaining the feeling with the previous generation.
The Vitara is one of the most representative models of Suzuki, so far sold nearly three million copies around the world, however, with some aesthetic appeal as the square shape of the lights, the lines, this car is not only completely new, but also it is positioned in a category a bit 'different.


If until now the Suzuki Vitara jeep was one of those "tough" the new model is however also available with two-wheel drive front, is more focused on the use of asphalt and is much more compact.
In short, it is a true compact SUV, however robust in rough terrain without problems.

INTERIORS

The driving position of the new Vitara, while highly customizable, has raised more than average ensuring comfort and a good level of visibility, especially in gear.
At first glance, the interior of the Vitara they look minimal and sober with the steering wheel controls at your fingertips, including adaptive cruise control, the command to call and the dial to choose what to display on the dashboard behind the steering wheel.
In the central part is the large screen 7 "inch navigation touch controls and simple, that hardly distract from driving thanks to fast response.

The three circular elements placed above house the vents and watch while the zone climate control is located below the screen.
The central tunnel has been included buttons for the heated seats and the switch that lets you choose the driving modes (AUTO, SPORT, SNOW) and the ability to lock the differential.



The buttons on the sides of the steering wheel, very solid, they offer the possibility of activating the descent with maintaining speed, the minimum safe distance of the cruise and ESP.
The leather seats and fabric are comfortable and well made, and both front and rear comfort is high and give a high feeling of strength.
To find the right rear legroom and headroom tall passengers.
The trunk is very large (375 liters) and thanks to the removable shelf, you can create a flat and uniform compartment even with the rear bench seat was killed or simply divide spending.
Details of this and plastic Vitara are essenzialii, but going beyond you will find that in the simplicity of these interiors is hidden so much strength, that strength that takes away all the various frills and that is useful in everyday life.
The materials they can deal with any type of load and any sport or hobby without suffering scratches, but especially when you travel you will not hear a sound.

RIDING

At power keyless, the Vitara starts without excessive vibration and the sound of the engine is well filtered from the cockpit.
The Vitara is surprising and is also noted for its structure and for its agility, ready at the controls of the steering wheel and accelerator and gives immediate confidence to the driver thanks to its small size, the panache of "1600" to gas oil and six-speed gearbox the precise engagement, this suv encourages a dynamic driving.
In the case in which addressing curves to the limit in fact, the car has a safe and predictable behavior always thanks also to all-wheel drive with a structure that allows to face changes of direction even in a brilliant way, without manifesting roll and at the same time without being rigid.
Even in the rough, the suspension absorbs very well the most difficult holes and bumps citizens, without any problem and without showing the slightest pitch.


In the phases of parking, the Vitara is "light" and agile helped with parking sensors camera that facilitate any maneuver.
The 1.6 DDiS diesel 120 hp and 320 Nm of torque is a pleasure to drive, thanks to its great recovery but mostly linear delivery, which allows travel and accelerate total ease.
Even in fourth gear and climb the 1.6 manages to push through the generous torque, without uncertainty or gaps in power.
Suzuki says an average consumption of 4.2 l / 100 km, or 23 km / l, as very close to reality, in fact, a normal driving on the highway with the Japanese SUV can safely do 20 km / l, down to 15- 16 km / l in city or mountain trails.
Always on the highway, comfort is good, where the very long sixth gear keeps the engine speed down (2100rpm/min, 130 times) limiting the noise level with gifts of recovery remain good.
AllGrip electronically controlled four-wheel drive, you can choose from four different driving modes (Auto, Sport, Snow and Lock) through wheel and the buttons on the center console.
By car, the Suzuki Vitara traveling with only front-wheel drive, to limit consumption, but if it becomes a 4x4 front wheel starts to slip during acceleration;
in Sports, traction is integral with a split between front and rear continuously
variable with the throttle response becomes more decisive.
Snow mode ("snow"), the traction is always full, but with a specific calibration for funds more slippery. Finally, in Lock traveling (maximum up to 60 km / h) with 4x4 and distribution "locked" to the 50% front and just behind, the best solution to be able to get by when you're in mud or snow.

We thank concessinari Suzuki Liberni Brescia for having made available the car.